lunedì 27 giugno 2011

Fotografia: VIK MUNIZ



Vik Muniz e' nato in San Paolo, Brasile, nel 1961. Da giovane fu sparato alla gamba mentre cercava di separare due persone che litigavano e ricevette un compenso per le sue ferite che gli permise di pagarsi un viaggio a NewYork, dove inizio' a vivere e lavorare dalla fine degli anni '80. Inizio' la sua carriera come scultore ma divenne pian piano sempre piu' interessato alla riproduzione fotografica del suo lavoro, fino a rivolgere la sua attivita' escusivamente alla fotografia usando diversi materiali inusuali nel processo fotografico, come sporcizia, diamanti, zucchero, sciroppo di cioccolato e spazzatura per creare immagini derivate da pagine di storia e fotogiornalismo. Il suo lavoro ha avuto sia successo di critica che commerciale ed e' stato esibito in tutto il mondo. La sua mostra privata al MAM di Rio de Janeiro e' stato secondo solo a Picasso per numero di partecipanti: qui' ha mostrato per la prima volta in Brasile la sua opera “Pictures of Garbage Series”.
La meravigliosa statua del Cristo Redentore si erige a Rio De Janeiro con le braccia aperte volgendo la schiena alla parte nord della citta', alla Baia di Guanabara, dove si trovano i Giardini Gramacho. Questa discarica riceve ogni giorno piu' spazzatura di qualsiasi altra discarica del mondo con le sue 7000 tonnellate di spazzatura che arrivano giornalmente, raggiungendo il 70% della spazzatura prodotta da Rio e dalle aree circostanti.

Costruita nel 1970, e' diventata in seguito, durante i periodi di crisi economica degli anni '70 e '80, la casa di una communita' anarchica di scavatori. La gente vive e lavora nella spazzatura, raccogliendo e vendendo metalli ed altro materiale reciclato e formando una communita', le favelas di Jardim Gramacho, tutt'intorno alla discarica, di piu' di 13000 persone che dipendono interamente dall'economia prodotta dalla vendita di materiali reciclabili. Nel 1995 il dipartimento della Sanita' di Rio inizio' a riconoscere il lavoro dei raccoglitori fornendo licenze e perseguendo una politica di comportamento, come ad esempio impedendo i bambini a lavorare nella discarica. I raccoglitori formarono una associazione per salvaguardare i loro diritti, la ACAMJG che ha creato un sistema decentralizzato di raccolta delocalizzato nelle municipalita' vicine, una clinica medica aperta 24 ore al giorno ed un centro dove imparare il lavoro. Ad oggi circa 3000 raccoglitori lavorano nella discarica rimuovendo circa 200 tonnellate di materiale reciclabile ogni giorno.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...