mercoledì 27 ottobre 2010

La Storia Siamo Noi - CIA La Guerra Segreta



La CIA venne costituita dal presidente americano Harry Truman nel 1947 dalle ceneri dell'Office of Strategic Services (OSS) utilizzata nella Seconda Guerra Mondiale. La OSS si sciolse nell'Ottobre del 1945 ma William J. Donovan (chiamato Wild Bill sia dagli amici che dai nemici), il creatore dell'OSS, inviò una proposta al presidente Franklin Delano Roosevelt nel 1944 per chiedere la formazione di una nuova organizzazione con la supervisione diretta da parte del presidente. Nonostante la forte opposizione dei militari, del Dipartimento di Stato e dell'FBI, nel gennaio del 1946 Truman fonda il Central Intelligence Group (CIG). Dopo il National Security Act del 1947 (che diventa effettivo il 18 settembre 1947) vengono fondati sia il National Security Council (NSC) sia la CIA.
Nel 1949, il Central Intelligence Agency Act (chiamato anche "Public Law 110") viene approvato, permettendo agli agenti di usare il fisco segreto e di essere esenti dalla maggior parte delle limitazioni sugli usi del fondo federale. L'atto esenta anche la CIA ad essere obbligata a rivelare "l'organizzazione, le funzioni, i funzionari, le cariche, i salari, e il numero di personale impiegato". Viene anche creato un programma chiamato "PL-110" per trattare con i disertori o "stranieri essenziali" al di là delle normali procedure d'immigrazione, in modo tale da offrire a quelle persone storie di copertura e sostegno economico.
Durante i primi anni della sua esistenza, gli altri rami del governo non hanno esercitato molto controllo sulla CIA. Questo è spesso giustificato con il desiderio di sconfiggere gli agenti del KGB, un compito che molti credono che possa essere completato solo operando al limite e spesso al di là delle regole. Come risultato, pochi nel governo controllano da vicino le attività della CIA. La rapida espansione dell'ente e l'evolversi di un senso di indipendenza sotto il comando del direttore della CIA, Allen Dulles, ha aumentato la tendenza.
La svolta ci fu all'inizio degli anni settanta, il tempo dello scandalo Watergate. Un aspetto dominante della politica americana in quel periodo era il tentativo del Congresso di ribadire il suo potere di tutela sulle strutture esecutive del governo. Le rivelazioni sulle passate attività della CIA, come i tentativi di assassinare leader stranieri e l'illegale spionaggio interno, fornirono l'opportunità di portare avanti questo processo nella sfera delle operazioni di intelligence. Ad accelerare la caduta in disgrazia dell'agenzia furono il coinvolgimento di ex agenti CIA nello scandalo Watergate e i successivi tentativi del presidente Nixon di usare la CIA per fermare le investigazioni sul Watergate. Nel famoso nastro, noto come la "pistola fumante", che costrinse Nixon alle dimissioni, Nixon ordinava al suo capo dello staff Haldeman che ulteriori investigazioni sul Watergate avrebbero "aperto lo scheletro nell'armadio" riguardo alle operazioni nella Baia dei Porci.
Il vice direttore James R. Schlesinger aveva commissionato una serie di rapporti sui peccati passati della CIA. Questi rapporti, conosciuti eufemisticamente come "i gioielli di famiglia", furono trattenuti in seno all'agenzia fino a quando un articolo di Seymour Hersh sul New York Times rivelò la notizia che la CIA era stata coinvolta nell'assassinio di leader stranieri e teneva file su circa settemila cittadini americani appartenenti a movimenti pacifisti (Operazione CHAOS). Il Congresso investigò sulla CIA arrivando a nuove imbarazzanti conclusioni. Attorno al Natale del 1974 il Congresso rifilò un altro colpo alla CIA proibendo un'operazione segreta in Angola.
Successivamente fu proibito alla CIA di assassinare leader stranieri. Inoltre la proibizione sullo spionaggio interno, che era sempre stato proibito dallo statuto della CIA, fu nuovamente rinforzata, affidando la sola responsabilità di investigazione sui cittadini statunitensi all'FBI.
Il 5 gennaio 2009 veniva annunciato che il President Elect Barak Obama aveva designato l'ammiraglio in congedo Dennis Blair quale National Intelligence Director e Leon Panetta (già Chief of Staff con l'amministrazione Clinton) direttore della CIA.


 







 
 





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...