sabato 23 ottobre 2010

The Century Of The Self - Part 1



Macchine Della Felicita'

Adam Curtis esplora nel suo documentario, ‘The Century of the Self’,  l'influenza delle tecniche di Public Relation sviluppate da Edward Bernay nel 1920 (che a sua volta fu influenzato dal piu' famoso zio Sigmund Freud). In particolare, analizza il concetto di individuo nel ventesimo secolo, che si contrappone alla natura del sistema politico democratico nella societa' capitaliste dell'occidente.
‘The Century of the Self’ indaga su come il concetto di individualismo fu usato in ultima analisi da alcune Industrie per manipolare i consumatori ed indurli ad acquistare i loro prodotti. Curtis va oltre indagando sulle interdipendenze tra i differenti concetti di individualismo, capitalismo e istituzioni democratiche che si organizzarono attorno a questi concetti.
La figura centrale della storia e' Edward Bernays, il padre delle relazioni pubbliche. Partendo dalle tesi dello zio Freud secondo cui le forze irrazionali incoscienti che guidano gli individui sono usate per sviluppare tecniche di marketing che sono ancora in uso oggi.
Alcuni esempi descritti nel documentario sono senza prezzo. Un esempio e' la campagna pubblicitaria per convincere le donne a fumare dove viene detto che le sigarette sono la fonte del potere sessuale maschile e che egli poteva associare l'atto di fumare con una sorta di attentato a quel potere e che le sigaretta, simbolo fallico, avrebbe soddisfatto l'invidia del pene femminile. Bernays organizzo' un gruppo di donne che accendettero una sigaretta durante una dimostrazione  ad un determinato cenno. Informo' la stampa che alcune di loro avevano pianificato di accendere "le torce della liberta' " durante la protesta contro la societa' patriarcale maschilista. Secondo Curtis la vendita di sigarette come conseguenza sali' notevolmente.
Quello che Bernays stava facendo affascinava le Industrie Americane che si erano ritrovate ricche e potenti dopo la fine della guerra, ma si preoccupavano ora del pericolo della sovraproduzione dove ad un certo punto la gente avrebbe smesso di comprare.  Fino a quel momento la maggior parte dei prodotti erano ancora venduti alle masse sulla base di una necessita': scarpe, calze da donna, persino le automobili erano promosse sulla base della loro funzionalita' e durabilita'. Le industrie capirono che dovevano trasformare il modo in cui la maggior parte degli americani pensava ai prodotti e cambiare l'america da una cultura di bisogni ad una cultura di desideri. I desideri dell'uomo devono mettere in ombra le sue necessita'.

PARTE 1: MACCHINE DELLA FELICITA'






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...