domenica 28 febbraio 2010

STEVE DITKO




Steve Ditko, figlio di emigrati slavi che si stabilirono in Pennsylvania  per via del lavoro del padre, operaio in un mulino all'epoca della Grande Depressione, alle scuole medie costruiva modellini in legno di aeroplani tedeschi per aiutare gli avvistatori di aerei della Seconda guerra mondiale. Si diplomò nel 1945 e svolse il servizio militare nella Germania del dopoguerra. Dopo il suo congedo, studiò alla Cartoonists and Illustrators School (in seguito chiamata School of Visual Arts) a New York, cominciando a illustrare fumetti nel 1953. Lo stesso anno inizio' a lavorare alla Crestwood Publications e alla Harvey Comics, qui come assistente alle chine del'inchiostratore di Jack Kirby.

Dal 1958 al 1966 Ditko condivise a Manhattan uno studio con il noto artista fetish Eric Stanton, suo compagno di classe della scuola d'arte. Anche se nego' sempre di aver collaborato con Stanton, si pensa che quando uno dei due artisti era in prossimità di una scadenza di consegna, non era infrequente che l'altro aiutasse il collega a completare il lavoro assegnatogli.
Dopo aver creato l'Uomo Ragno con Stan Lee su Amazing Fantasy numero 15 nel 1962 e poco dopo il Dottor Strange, Ditko disegnò anche molte storie dell'Incredibile Hulk  e lavorò anche su Iron Man. Le storie del "Dottor Strange" di Ditko erano notevoli per i paesaggi mistici e le immagini sempre più surreali, che contribuirono a rendere la serie una delle preferite degli studenti universitari di allora. Alla fine, come coautore e poi come unico autore delle trame, Ditko avrebbe condotto Strange in mondi sempre più astratti. Qualsiasi serie disegnasse, il peculiare stile artistico di Ditko, nitidamente dettagliato ed immediatamente riconoscibile, capace di enfatizzare stati d'animo e ansia, incontrò grande favore presso i lettori. Nell'altro versante, il personaggio dell'Uomo Ragno e la sua travagliata vita personale si integravano bene con gli interessi di Ditko, che dopo quattro anni di lavoro inesauribile lasciò la Marvel, forse per contrasti con Stan Lee.

Tornato alla Charlton, Ditko creo' nuove personaggi di supereroi e produsse molti lavori di fantascienza e dell'orrore. Nel 1967 diede l'estrema espressione alle sue idee nella forma di Mr. A. La linea dura nei confronti dei criminali mostrata in queste storie da Ditko alienò molti ammiratori, ma egli continuò a produrre storie e singole pagine di Mr. A sino alla fine degli anni settanta. Nel 1968 si trasferì alla DC Comics dove usò questi tratti caratteristici dei supereroi per esplorare complicati temi etici. La permanenza di Ditko alla DC fu breve e di nuovo, le ragioni della sua partenza sono incerte. Da questo momento fino a a tutta la metà degli anni settanta, lavorò in esclusiva per la Charlton e per vari editori della piccola stampa. Ritornò alla DC Comics nel 1975 e poi alla Marvel nel 1979. Ditko si ritirò dal fumetto tradizionale nel 1998.

 

DOCUMENTARIO
ALLA RICERCA DI STEVE DITKO











 











Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...